L'attivo unitario di FelsaCisl, NidilCgil e Uiltemp sancisce l'approvazione dell'ipotesi di rinnovo del CCNL
20 febbraio 2019

COMUNICATO STAMPA

Approvata l’ipotesi di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Agenzie di somministrazione.


Roma, 20 febbraio 2019 – Oggi, l'attivo unitario FeLSA Cisl, NIdiL Cgil e UILTemp ha sancito l’approvazione dell’ipotesi di rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Agenzie di somministrazione con il 98% dei voti dei lavoratori. Il percorso assembleare, svolto dopo la firma delle ipotesi di rinnovo, sottoscritte lo scorso 21 dicembre con Assolavoro e Assosomm, ha contato oltre 350 assemblee nei luoghi di lavoro e territoriali. Oltre 10mila le lavoratrici e i lavoratori in somministrazione che sono stati incontrati per discutere di continuità occupazionale, formazione professionale come diritto individuale del lavoratore e come diritto mirato alla ricollocazione, rafforzamento della parità di trattamento e delle prestazioni di welfare e sostegno al reddito, rafforzamento e incentivo del tempo indeterminato, aumento dell’indennità di disponibilità al termine della missione e un ruolo più importante alla contrattazione di secondo livello. Questi sono alcuni dei principiali temi ispiratori del rinnovo contrattuale che cade in un momento di estrema delicatezza per molti lavoratori e lavoratrici, in quanto rischiano di subire un effetto turn over, vedendo terminare la loro missione. La contrattazione collettiva ha dato una risposta importante, provando a creare strumenti e tutele a sostegno dei lavoratori più deboli. "Siamo soddisfatti dei risultati ottenuti, siamo estremamente soddisfatti della partecipazione e del mandato forte indicato dai lavoratori per rafforzare la contrattazione anche nel lavoro flessibile”. Concludono i segretari generali Mattia Pirulli (Felsa Cisl), Andrea Borghesi (Nidil Cgil), Lucia Grossi (UILTemp).