Previdenza complementare: nella somministrazione conviene sempre!
22 maggio 2019

Grazie alla contrattazione di settore, i lavoratori somministrati dipendenti delle agenzie per il lavoro possono aderire al fondo pensionistico Fonte investendo SOLO il proprio TFR!

La Bilateralità di settore (Ebitemp e FormaTemp) sostiene la previdenza complementare dei lavoratori somministrati, finanziando le seguenti misure:

1. a) Contribuzione base del 2% della retribuzione utile ai fini del TFR sia per lavoratori in somministrazione a Tempo Determinato che a Tempo Indeterminato.

1. b) Contribuzione integrativa del 2% della retribuzione utile ai fini del TFR sia per lavoratori in somministrazione a Tempo Determinato che a Tempo Indeterminato.

2. Per i lavoratori a tempo determinato un ulteriore contributo aggiuntivo forfettario pari a:

  • 320 euro per missioni nell’anno fino a 104 giorni;

  • 160 euro tra 105 e 164 giorni;

  • 100 euro tra 165 e 334 giorni.

3. Per i lavoratori a tempo indeterminato in disponibilità, la bilateralità interverrà a finanziare la contribuzione base.

4. A carico della bilateralità è anche la quota associativa annua a normalmente a carico dei lavoratori.

Con il recente rinnovo del CCNL della somministrazione è prevista la possibilità per i lavoratori di destinare solo una parte del proprio TFR (Trattamento di Fine Rapporto), in modo da conservare una quota per la liquidazione da ricevere al termine della missione lavorativa.

Inoltre se vieni stabilizzato dall’azienda o cambi lavoro, il trasferimento al nuovo Fondo Pensione del settore di riferimento è gratuito e può avvenire in qualsiasi momento, senza un minimo di anzianità.

Sono previste anche forme di anticipazione e riscatto in situazioni di necessità del lavoratore.

Per approfondimenti e adesioni a Fonte contatta il tuo delegato in azienda o la sede Felsa Cisl  te più vicina https://www.felsa.cisl.it/contatti