Situazione lavoratori somministrati presso Sogin SpA
15 ottobre 2018

Comunicato Sindacale

In data 2 ottobre 2018, come Felsa Cisl e Flaei CISL, abbiamo svolto un’assemblea con i lavoratori somministrati presso la sede SOGIN di Roma.

Queste persone sono lavoratori che fin da subito sono stati impiegati in posizioni cruciali e strategiche dell’azienda, con impatti di rilievo sulla sicurezza nucleare e quindi nazionale.

Ai lavoratori abbiamo illustrato gli effetti del D.L. 96/2018 esplicitando come le nuove norme non intervengano sulla somministrazione a tempo indeterminato, ma non consentono nella loro situazione la prosecuzione regolare di rapporti di lavoro temporanei, in quanto non è più giustificabile se consideriamo che sono presenti lavoratori somministrati da molti anni con molteplici proroghe e rinnovi.

Come Felsa Cisl, a margine dell’assemblea che ha condiviso le motivazioni dello sciopero proclamato per il 19/10 pv.,

chiediamo

  1. La stabilizzazione per quei lavoratori somministrati che abbiano sostenuto già in passato una selezione;

  2. La valorizzazione dell’anzianità di servizio dei periodi in somministrazione nei nuovi bandi di selezione per le figure aperte a tempo indeterminato.



Quindi il 19 ottobre pv chiederemo al Ministro dello Sviluppo Economico di essere coerente con quanto emanato con il D.L. 96/2018, cd. “decreto dignità”, perché se l’intenzione è quella di dare stabilità lavorativa al personale precario, questo è il momento di passare dalle parole ai fatti.