Save the date: il 16 dicembre il Community Day, la maratona in streaming di Vivace per i lavoratori indipendenti.
14 dicembre 2020

Roma, 14 dicembre 2020 - Si terrà on line sul profilo YouTube  di Vivace, l’associazione dei lavoratori autonomi, free lance e liberi professionisti della CISL, l’evento conclusivo di questo 2020. 

Un anno singolare, segnato da una pandemia senza precedenti, nel quale nonostante tutto, c’è chi non ha mollato, ma anzi ha scelto di rischiare per difendere una scelta consapevole e ponderata: quella di essere un lavoratore autonomo.

Da qui l’idea di celebrare una giornata, interamente dedicata ai protagonisti del mondo delle partite iva attraverso interventi di esperti, momenti di dibattito e condivisione di esperienze, per dare voce e sostegno a chi costituisce la forza di Vivace: la rete.

“Abbiamo raccolto storie ed esperienze fantastiche, di donne e uomini che dimostrano una “vivacità” umana e professionale interessante e affascinante, e abbiamo deciso di raccontarle per condividerle - spiega Daniel Zanda, Presidente di Vivace - Vogliamo riaffermare, attraverso le nuove modalità che abbiamo a disposizione, che oggi è ancora possibile, utile e conveniente essere una community: una comunità professionale, dove condividere idee, progetti, esperienze, per testimoniare che un modo nuovo di lavorare e di essere lavoratori autonomi è possibile. Una parte di queste testimonianze saranno raccontate al termine del community day del 16 dicembre.

Nel corso della giornata sono previsti momenti di approfondimento e di supporto per le partite iva, a partire dai servizi che Vivace ha costruito per i propri iscritti, con focus tematici dedicati alla gestione della loro attività, dagli strumenti di accesso al credito alle opportunità in termini di politiche attive e formazione,fino all’importanza della comunicazione sia nei rapporti con i propri clienti che sui social.

"Crediamo - continua Daniel Zanda - che in questo momento un’associazione che rappresenta il lavoro autonomo debba fare esattamente questo: oltre a dare informazioni e servizi utili all’attività di ogni libero professionista è necessario costruire reti e legami per condividere soprattutto le esperienze positive, affinché ciascuno possa essere sostenuto a rimettersi in gioco, sempre."